Il Maggio d'Estate

Il Maggio d'Estate

Il cinquecentesco Cortile dell'Ammannati in Palazzo Pitti, luogo fra i più suggestivi della Firenze medicea, che prende il nome dall’architetto Bartolomeo Ammannati, cui venne affidato il compito di ampliare Palazzo Pitti, offre un palcoscenico di naturale bellezza, dove la patina del tempo e la suggestione del luogo incantano, in un’atmosfera ideale, capace di fondere in armonia arte e musica, danza, parola e architettura.
Palazzo Pitti è, in tutti i suoi scorci (Giardino di Boboli, Vivaio di Nettuno, Piazzale della Meridiana, Piazzale di Bacco, Vasca dei Cigni, Prato delle Colonne, l’Anfiteatro, la Sala Bianca, etc.) un luogo caro al Teatro del Maggio, che fin dalle sue origini usufruì di questo spazio per trasformarne vedute e panorami in quinte ideali, frequentato dai fiorentini dal 1933 al 2009, in centinaia di spettacoli.
Se gli ultimi concerti risalgono al 2009, ed ancora mostre ed incontri con il pubblico hanno portato gli spettatori del Maggio a Palazzo Pitti fino a pochi anni fa, in realtà, per rintracciare una stagione così ricca di produzioni, balletti, concerti, compreso l’allestimento di un’opera, bisogna risalire molto indietro nel tempo.
Il Maggio manca da Palazzo Pitti con l'opera da quasi 30 anni, quando venne allestito L’Orfeo di Monteverdi/Berio per la regia di Pier Luigi Pizzi nel Maggio 1984.
Un punto vendita biglietti sarà attivo in Palazzo Pitti, di fronte alla biglietteria di Firenze Musei, il giorno precedente e il giorno stesso gli spettacoli dalle ore 11 alle 17. La biglietteria serale per gli spettacoli, all'ingresso principale, sarà aperta dalle ore 20 alle 22.
Prima dell'inizio e durante gli intervalli sarà aperto il Bar Caffetteria all'interno del Cortile dell'Ammannati.

Scarica il programma

Contact

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Via Solferino, 15 - I 50123 Firenze

0039 055 27791