Oltre 100.000 euro dall'asta Maggio-RFK

News

M T W T F S S
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
Add to calendar
Tutti
28-11-2012
Maggio

Oltre 100.000 euro dall'asta Maggio-RFK

Oltre 100.000 euro: questa è la cifra complessiva raccolta, comprendente i ricavi dei biglietti per la cena, i biglietti per assistere alla prova, la lotteria e l’asta del 24 novembre, al Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze. Una cifra che verrà divisa equamente fra il R. F. Kennedy Center e il Teatro Maggio Musicale Fiorentino, da entrambe destinata a progetti dedicati ai giovani. Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino destinerà i propri ricavi ad alcune iniziative all’interno di Maggio Edu, per sostenere l’educazione musicale e sensibilizzare sempre più bambini alla musica classica e operistica.
Più di 570 persone hanno assistito alla prova antegenerale di Turandot e più di 170 ospiti hanno partecipato alla cena a seguire.
Straordinario il successo del premio del Maggio Musicale Fiorentino, di poter dirigere l’Orchestra del Maggio, preparati da Zubin Mehta, successo che ha costretto il battitore a replicare l’offerta: il lotto è andato aggiudicato una prima volta a 6.100 euro, una seconda a 7.000 euro; in entrambi i casi da acquirenti anonimi, che hanno partecipato al telefono.
Fra i lotti che hanno acceso maggiormente la competizione, segnaliamo: la foto del Presidente Lyndon e Lady Bird alla Statua della Libertà (firmata da Harry Benson): € 8.000; la possibilità di dirigere l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino con Zubin Mehta: € 7.000 e € 6.100; la foto del Presidente Reagan con il cavallo bianco (firmata da Harry Benson): € 6.000; la foto del Presidente Obama (firmata da Harry Benson): € 6.000; la bacchetta di Zubin Mehta: € 5.000.
In un clima di sobrietà, e di grande empatia nei confronti delle vicende eroiche, vissute dalle Defenders presenti, (Marina Pisklakova, attivista leader dei diritti delle donne in Russia, la laureate Aminatou Haidar, in prima fila nella difesa dei diritti del popolo Saharawi nel Sahara Occidentale), la competizione fra i tavoli è stata magistralmente guidata da Fabrizio Moretti sul podio del battitore, e da un Master of Ceremony d’eccezione: Geraldina Fiechter.
Alcuni premi sono arrivati, fuori catalogo, messi all’incanto da diversi sponsor, che hanno voluto contribuire, con grande generosità, alla causa.
I numerosi scatti realizzati da Harry Benson nel corso della serata, verranno pubblicati in un calendario del Teatro Maggio Musicale Fiorentino e del R. F. Kennedy Center 2013, che verrà messo in vendita: i proventi andranno a sostenere i progetti di entrambe le istituzioni.
Diritti umani e musica si sono trovati accostati in un binomio, che ha messo in luce la valenza universale di entrambi i messaggi: l’uomo non può vivere se vede negati i propri diritti, ma altresì non può vivere senza musica. Un nuovo modo di fare fundraising in favore di due cause universali, che unite diventano ancora più forti.

Press Area

Media Contact